“Dalla penna bisbetica e irriverente di Mimmo Oteri, il primo Romanzo di crescita personale che è riuscito a polemizzare con qualunque istituzione riconosciuta sul pianeta Terra, dalla Religione alla Politica, dall’ Università alla Massoneria, narrando la storia del cinico professor Battaglia, e al tempo stesso insegnando a tutti noi come un ego malato possa ritrovare maggiore equilibrio ed armonia”.

GUARDA IL 1° BOOKTRAILER E LASCIA LA TUA MAIL PER RICEVERE GLI ALTRI 4

0

Lettori hanno già scaricato i video gratuiti

Scopri in anteprima i personaggi che popolano il libro e le loro storie:

 

Se per caso ti passasse per la testa la malsana idea di leggere “Messaggio per una scimmia che si crede un’Aquila”, ti suggeriamo prima, oltre alla saggia scelta di investire il tuo tempo in maniera più produttiva, di visionare alcuni brevi video in cui il buon Mimmo legge col suo accento siciliano, la sua non impercettibile “S” a zeppola e il suo convinto tono da attore shakespeariano (qualcuno gli spieghi per carità che non è Gassman!), alcuni brevi paragrafi del libro in questione.

Con il primo dei 5 VIDEO E AUDIO IN OMAGGIO ti presentiamo quello stronzo del professor Battaglia mentre compie la sua consueta carneficina durante una normale sessione di esami all’Università di Messina.

COSA CONTENGONO GLI ALTRI 4 BOOKTRAILER?

                                              

 

Cosa ne pensano i lettori impertinenti 😎

Queste sono alcune delle recensioni online su Amazon, Macrolibrarsi e Giardino dei libri 😎

 

 

 

 

Inserisci la Tua Mail per accedere ai BookTrailer del libro ➡

 

ACCEDI agli altri 4 BOOKTRAILER

Il professor Roberto Battaglia ne ha per tutti. Niente e nessuno sfugge al suo giudizio cinico e arrogante. Ne sanno qualcosa gli studenti di diritto costituzionale dell’Università di Messina, agnelli sacrificali immolati sull’altare delle sue frustrazioni. A niente valgono i tentativi di domare il bisbetico.

La moglie Claudia cerca di coinvolgerlo nel suo strampalato percorso spirituale prima cattolico e poi buddista. Il suo migliore amico, l’istrionico e stravagante Barone Vittorio Amedeo Mancuso, lo invita ad abbracciare i segreti del misterioso mondo della massoneria.

Tutti i rimedi sembrano inutili per guarire il ripudio del professor Battaglia verso il genere umano finché un giorno non gli viene recapitata una strana lettera arancione che cambierà per sempre la sua vita.

Un racconto audace, dove il sarcasmo del protagonista e quello del narratore si alternano in un gioco di invettive che non risparmia nessun aspetto della società contemporanea: dalla religione alla politica, dall’università alla massoneria.

In questa cornice trova spazio il tema centrale del romanzo, ovvero l’ego malato del protagonista che dovrà affrontare un affascinante viaggio ricco di ostacoli e avventure per ristabilire l’armonia perduta. La penna dell’autore ci regala un libro dal tono leggero e dissacrante, riuscendo allo stesso tempo a farci ridere ed emozionare offrendo degli spunti di riflessione di assoluta attualità e profondità.

ACCEDI agli altri 4 BOOKTRAILER

Mimmo Oteri nasce a Messina lo stesso giorno del suo compleanno.mimmo oteri

Per festeggiare un evento di tale portata, diciotto anni dopo, i genitori decidono di iscriverlo a Giurisprudenza da dove riesce a scappare, non senza gravi disturbi mentali. Gli stessi che lo hanno aiutato a scrivere il suo primo romanzo.

Scoperto da Max Formisano a cui sarà per sempre devoto, si trastulla nella terra di sua maestà tra un corso di marketing e l’altro all’Università di Southampton. Odia i bigotti e i radical chic ma soprattutto i loro elettori.

Ama Messina, i pitoni e l’arancino e soffre come un cane la distanza. La distanza che lo separa dalla granita.

Nonostante gli sforzi della fidanzata si rifiuta di partecipare a manifestazioni di carattere sociale ove siano presenti più di due persone quindi se potete, non cercatelo.

MA SE PROPRIO DOVETE

potreste iniziare leggendo gli articoli del suo Blog, SaggioImpertinente.it, dove decide di condividere la sua personalissima e bisbetica visione della vita sempre in polemica con tutti: chiesa, politica, università e chiaramente, con se stesso.

Con la sua penna irriverente e sarcastica il buon Mimmo riprende le teorie dei più grandi autori di crescita personale e, siccome tranquillo non se ne può stare, le riadatta e le stravolge all’interno dei suoi scritti per creare nuove e quanto mai stravaganti teorie da applicare alla vita di tutti i giorni.

L’obiettivo, a suo dire, sarebbe quello di fornire degli spunti di riflessione seri (ma figurati!) sulle questioni più importanti della vita che, sempre a suo dire, sono: il carattere, le relazioni e il lavoro.

Quindi come potete vedere, il ragazzo non è male. Si impegna parecchio. Ci mette tutto se stesso, ma alla fine non riesce mai a prendersi sul serio.

Il fatto è che si ostina a raccontare le cose da un punto di vista abbastanza singolare, il suo, scrivendo articoli che farebbero accapponare la pelle financo ad Osho, col quale, Mimmo ci tiene a dire, non ha nulla a che spartire.

E così capita che i suoi scritti, sebbene partano da un’idea di base molta profonda, siano pieni invero di balle colossali, esempi assurdi e pensieri strampalati che, sempre a suo modestissimo dire, servono per veicolare meglio le sue idee (Sì certo, come no, a ciarlatano!).

Nonostante le amenità di cui va blaterando, è riuscito ad intortare in qualche modo anche Max Formisano e grazie a lui a farsi pubblicare dalla Uno Editori, persone serie quelle sì, il suo primo romanzo.

ACCEDI agli altri 4 BOOKTRAILER